© 2016 by COLORENJOY  

B.M. di Pezzato Barbara &C snc, via Ugo Morello 16/B, 31033 Castelfranco Veneto (TV) P. IVA 03311510261

Colorazione Capelli. La Storia

March 15, 2017

 

Tingere i capelli è una pratica adottata fin dai tempi antichi, perchè la vanità dell’essere umano ha inizio con l’inizio della storia. 

 

Le mogli dei faraoni si facevano tingere i capelli dalle loro ancelle, che utilizzavano unguenti utilizzati con olio di serpente e un antico Hennè.

 

I Greci adottarono questa pratica di colorazione utilizzando però tinture vegetali e per scurire i capelli grigi e bianchi venivano intinti nell’aceto dei pettini di piombo e poi passati sulla capigliatura. Mentre per i capelli biondi e rossi si usava l’henné, il cartamo, lo zafferano, la curcuma e l’allume (metallo). 

Questa tradizione si tramanda fino ad arrivare all’epoca romana, in questo periodo le donne si tingevano i capelli con diverse ricette che possedevano per ottenere capelli biondi, bruni, rossi o nero ebano. Per schiarire la chioma si utilizzava un sapone a base di sego ( grasso di equini, ovini e bovini) e cenere, o fiori di camomilla  o tuorli d’uovo per riflessi dorati. 

Per scurire i capelli invece si usavano coloranti derivati dall’altimonio nero (metallo di colore argenteo)  misto a grasso animale, oppure la cenere di assenzio mescolato all’olio di rosa. Per avere capelli rosso tiziano si usava l’henné.

 

Già allora i colori assumevano un significato simbolico, al quale bisognava prestare attenzione per non correre il rischio di essere fraintese. 

 

Il BIONDO ( influenza delle Donne Nordiche ), soprattutto la tonalità del giallo carota, era adatto solo alle cortigiane ed era sinonimo di “ Donna facile”; esse potevano osare e tingere i capelli spingendosi fino alla tonalità del blu. 

 

All’epoca dei Dogi Veneziani veniva applicato un intruglio a base di fiori di lupino, zafferano e altri ingredienti, sui capelli delle dame e messo ad asciugare al sole. 

 

In epoca vittoriana la pratica di tingersi i capelli era riservata solo alle Donne di alta classe sociale per nascondere l’avanzamento dell’età e come forma di distinzione dal ceto più basso. 

 

Arriviamo ai giorni nostri, dove, il motivo per cui ci coloriamo i capelli, va oltre al semplice fatto di coprire i capelli bianchi o voler imitare altre popolazioni. 

 

Oggi il desiderio è quello di voler valorizzare sempre al meglio il nostro aspetto. 

 

Noi abbiamo a disposizione delle tinte di colore naturale, che non per forza si notano sulla nostra testa “ effetto ricrescita” ma che possono semplicemente ravvivare e illuminare il nostro colore di base. 

Please reload

Post in evidenza

Vorresti un colore perfetto e sempre brillante anche durante i tuoi soggiorni al Mare e in Montagna?

July 13, 2017

1/3
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag